Warning: Memcache::addserver() expects parameter 2 to be long, string given in /home/mifa1614/public_html/libraries/joomla/cache/storage/memcache.php on line 84
Liturgia Sett. 13 Giorno 84

Almanacco

Che tempo fa ?

Martedì, 20 Febbraio 2018 -
Home Tutte le Liturgie Liturgia Sett. 13 Giorno 84

Liturgia Sett. 13 Giorno 84

Cercate la felicità nella regione della morte: non è lì. Come essere felici dove non c'è vita? [...] Dovete scendere per salire fino a Dio..

Sant' Agostino

Liturgia del Giorno

Giovedì della V settimana di Quaresima
B. Maddalena Caterina Morano, suora F.M.A. (1847-1908),  S. Liudger (Ludgero) von Münster, vescovo (ca. 745-809)

Tutte le Liturgie


Prima Lettura

Libro della Genesi 17,3-9.

In quei giorni, Abram si prostrò con il viso a terra e Dio parlò con lui: "Eccomi: la mia alleanza è con te e sarai padre di una moltitudine di popoli. Non ti chiamerai più Abram ma ti chiamerai Abraham perché padre di una moltitudine di popoli ti renderò. E ti renderò molto, molto fecondo; ti farò diventare nazioni e da te nasceranno dei re. Stabilirò la mia alleanza con te e con la tua discendenza dopo di te di generazione in generazione, come alleanza perenne, per essere il Dio tuo e della tua discendenza dopo di te. Darò a te e alla tua discendenza dopo di te il paese dove sei straniero, tutto il paese di Cànaan in possesso perenne; sarò il vostro Dio". Disse Dio ad Abramo: "Da parte tua devi osservare la mia alleanza, tu e la tua discendenza dopo di te di generazione in generazione.

Salmi

Salmi 105(104),4-5.6-7.8-9.

Cercate il Signore e la sua potenza, cercate sempre il suo volto. Ricordate le meraviglie che ha compiute, i suoi prodigi e i giudizi della sua bocca; Voi stirpe di Abramo, suo servo, figli di Giacobbe, suo eletto. È lui il Signore, nostro Dio, su tutta la terra i suoi giudizi. Ricorda sempre la sua alleanza: parola data per mille generazioni, l'alleanza stretta con Abramo e il suo giuramento ad Isacco.

Seconda Lettura

Non prevista per la giornata odierna

Vangelo

Dal Vangelo di Gesù Cristo secondo Giovanni 8,51-59.

In quel tempo, Gesù disse ai Giudei: «In verità, in verità vi dico: se uno osserva la mia parola, non vedrà mai la morte». Gli dissero i Giudei: «Ora sappiamo che hai un demonio. Abramo è morto, come anche i profeti, e tu dici: "Chi osserva la mia parola non conoscerà mai la morte". Sei tu più grande del nostro padre Abramo, che è morto? Anche i profeti sono morti; chi pretendi di essere?». Rispose Gesù: «Se io glorificassi me stesso, la mia gloria non sarebbe nulla; chi mi glorifica è il Padre mio, del quale voi dite: "E' nostro Dio!", e non lo conoscete. Io invece lo conosco. E se dicessi che non lo conosco, sarei come voi, un mentitore; ma lo conosco e osservo la sua parola. Abramo, vostro padre, esultò nella speranza di vedere il mio giorno; lo vide e se ne rallegrò». Gli dissero allora i Giudei: «Non hai ancora cinquant'anni e hai visto Abramo?». Rispose loro Gesù: «In verità, in verità vi dico: prima che Abramo fosse, Io Sono». Allora raccolsero pietre per scagliarle contro di lui; ma Gesù si nascose e uscì dal tempio.

Commento alle letture

« Abramo vide il mio giorno e se ne rallegrò »    

    Â“Abramo, vostro padre, esultò nella speranza di vedere il mio giorno; lo vide e se ne rallegrò”. Cosa vuol dire? “Abramo ebbe fede in Dio e ciò gli fu accreditato come giustizia” (Rm 4,3). In primo luogo ha creduto che era lui, lÂ’unico Dio, il creatore del cielo e della terra; poi che avrebbe reso la sua discendenza numerosa come le stelle del cielo (Gen 15,5). Anche Paolo lo dice: “come astri nel mondo” (Fil 2,15). A giusto titolo dunque ha seguito la Parola di Dio, lasciando tutta la sua famiglia in questo mondo, e diventando straniero col Verbo, per diventare cittadino col Verbo, il Figlio di Dio (cfr Ef 2,19). A giusto titolo anche gli apostoli, discendenti di Abramo, hanno lasciato la loro barca, il loro padre ed hanno seguito il Verbo (Mt 4,22). Ed è a giusto titolo che noi che abbiamo la stessa fede di Abramo prendiamo la croce, come Isacco la legna, e seguiamo lo stesso Verbo (Gen 22,6; Mt 16,24).    In Abramo infatti lÂ’uomo aveva imparato e si era abituato a seguire il Verbo di Dio. Nella fede Abramo ha seguito il comandamento della Parola di Dio e non ha esitato a dare “il suo unico e amato figlio” (Gen 22,2), affinché Dio pure accettasse, in favore della sua discendenza, di dare il suo unico e amato Figlio in sacrificio per la nostra redenzione (Rm 8,32).     E siccome Abramo era profeta e vedeva con lo Spirito il giorno della venuta del Signore e il disegno della Passione, cioè la salvezza per lui stesso e per tutti quelli che crederanno in Dio, ha esultato di grande gioia. Cristo Signore non era dunque sconosciuto ad Abramo, in quanto desiderava conoscere il suo giorno. Ed è perché istruito dal Verbo che Abramo ha conosciuto anche il Padre del Signore ed ha creduto in luiÂ… Perciò diceva: “Alzo la mano davanti al Signore, il Dio altissimo, creatore del cielo e della terra” (Gen 14,22).    

Sant'Ireneo di Lione (ca130-ca 208), vescovo, teologo e martire     - Contro le eresie, IV, 5, 3-5 ; SC 100    

Tutte le Liturgie

Registrati e effettua il login al sito; in caso contrario non puoi rilasciare commenti.

Storico Articoli

Powered by mod LCA

Warning: mkdir() [function.mkdir]: Permission denied in /home/mifa1614/public_html/modules/mod_lca/cache.php on line 60

Warning: file_put_contents(/home/mifa1614/public_html/cache/mod_lca/9735018e1fea20d52f5c7af32767fb3f.xml) [function.file-put-contents]: failed to open stream: Permission denied in /home/mifa1614/public_html/modules/mod_lca/cache.php on line 61

Utenti On Line

mod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_counter
mod_vvisit_counterOggi266
mod_vvisit_counterIeri615
mod_vvisit_counterQuesta Settimana881
mod_vvisit_counterScorsa Settimna5361
mod_vvisit_counterQuesto Mese13109
mod_vvisit_counterScorso Mese15810
mod_vvisit_counterComplessivo4315294

Abbiamo: 2 ospiti, 1 bots online
IP: 50.19.34.255
 , 
Oggi: Feb 20, 2018

Che ore sono ?