Warning: Memcache::addserver() expects parameter 2 to be long, string given in /home/mifa1614/public_html/libraries/joomla/cache/storage/memcache.php on line 84
Liturgia Sett. 10 Giorno 63

Almanacco

Che tempo fa ?

Martedì, 12 Dicembre 2017 -
Home Tutte le Liturgie Liturgia Sett. 10 Giorno 63

Liturgia Sett. 10 Giorno 63

La domenica diviene il giorno ideale per lo shopping; e così ogni festa religiosa o laica. Il calendario è scandito dal consumo..

Vincenzo Paglia

Liturgia del Giorno

Giovedì della II settimana di Quaresima
S. Giovanni Giuseppe della Croce, sac. O.F.M. (1654-1734),  B. Geremia da Valacchia, religioso O.F.M. Cap. (1556-1625)

Tutte le Liturgie


Prima Lettura

Libro di Geremia 17,5-10.

Così dice il Signore: "Maledetto l'uomo che confida nell'uomo, che pone nella carne il suo sostegno e il cui cuore si allontana dal Signore. Egli sarà come un tamerisco nella steppa, quando viene il bene non lo vede; dimorerà in luoghi aridi nel deserto, in una terra di salsedine, dove nessuno può vivere. Benedetto l'uomo che confida nel Signore e il Signore è sua fiducia. Egli è come un albero piantato lungo l'acqua, verso la corrente stende le radici; non teme quando viene il caldo, le sue foglie rimangono verdi; nell'anno della siccità non intristisce, non smette di produrre i suoi frutti. Più fallace di ogni altra cosa è il cuore e difficilmente guaribile; chi lo può conoscere? Io, il Signore, scruto la mente e saggio i cuori, per rendere a ciascuno secondo la sua condotta, secondo il frutto delle sue azioni".

Salmi

Salmi 1,1-2.3.4.6.

Beato l'uomo che non segue il consiglio degli empi, non indugia nella via dei peccatori e non siede in compagnia degli stolti; ma si compiace della legge del Signore, la sua legge medita giorno e notte. Sarà come albero piantato lungo corsi d'acqua, che darà frutto a suo tempo e le sue foglie non cadranno mai; riusciranno tutte le sue opere. Non così, non così gli empi: ma come pula che il vento disperde. Il Signore veglia sul cammino dei giusti, ma la via degli empi andrà in rovina.

Seconda Lettura

Non prevista per la giornata odierna

Vangelo

Dal Vangelo di Gesù Cristo secondo Luca 16,19-31.

In quel tempo, Gesù disse ai farisei: « C'era un uomo ricco, che vestiva di porpora e di bisso e tutti i giorni banchettava lautamente. Un mendicante, di nome Lazzaro, giaceva alla sua porta, coperto di piaghe, bramoso di sfamarsi di quello che cadeva dalla mensa del ricco. Perfino i cani venivano a leccare le sue piaghe. Un giorno il povero morì e fu portato dagli angeli nel seno di Abramo. Morì anche il ricco e fu sepolto. Stando nell'inferno tra i tormenti, levò gli occhi e vide di lontano Abramo e Lazzaro accanto a lui. Allora gridando disse: Padre Abramo, abbi pietà di me e manda Lazzaro a intingere nell'acqua la punta del dito e bagnarmi la lingua, perché questa fiamma mi tortura. Ma Abramo rispose: Figlio, ricordati che hai ricevuto i tuoi beni durante la vita e Lazzaro parimenti i suoi mali; ora invece lui è consolato e tu sei in mezzo ai tormenti. Per di più, tra noi e voi è stabilito un grande abisso: coloro che di qui vogliono passare da voi non possono, né di costì si può attraversare fino a noi. E quegli replicò: Allora, padre, ti prego di mandarlo a casa di mio padre, perché ho cinque fratelli. Li ammonisca, perché non vengano anch'essi in questo luogo di tormento. Ma Abramo rispose: Hanno Mosè e i Profeti; ascoltino loro. E lui: No, padre Abramo, ma se qualcuno dai morti andrà da loro, si ravvederanno. Abramo rispose: Se non ascoltano Mosè e i Profeti, neanche se uno risuscitasse dai morti saranno persuasi ».

Commento alle letture

Viviamo secondo Dio    

    Benché invitati da ogni parola della Sacra Scrittura ad imitare il Signore che nella sua bontà ci ha creati, noi siamo capaci di volgere tutto per il nostro interesse e misuriamo tutto secondo il nostro piacere. Accaparriamo beni per noi e mettiamo da parte per i nostri eredi. E non ci facciamo alcuna domanda e alcun problema per coloro che sono nella miseria e sono poveri. Che cuore senza misericordia!    Qualcuno vede il prossimo che manca di pane e mezzi per procurarsi il cibo indispensabile, lungi dallÂ’affrettarsi a offrirgli aiuto per sottrarlo alla miseria. LÂ’osserva come si farebbe con una pianta verdeggiante che sta seccandosi inesorabilmente a causa di mancanza dÂ’acqua. E magari questÂ’uomo è straricco e potrebbe aiutare molti coi suoi beni. Come una sola sorgente può dare acqua a molti campi su una grande pianura, così la ricchezza di uno solo può salvare dalla miseria un gran numero di poveri, a meno che la parsimonia e lÂ’avarizia di questÂ’uomo non faccia ostacolo, come un masso caduto nel ruscello ne cambia il corso.    Non viviamo solo secondo la carne, viviamo secondo Dio.    

San Gregorio Nisseno (ca 335-395), monaco e vescovo     - Omelia 1 sullÂ’amore ai poveri: PG 46, 463-466    

Tutte le Liturgie

Registrati e effettua il login al sito; in caso contrario non puoi rilasciare commenti.

Storico Articoli

Powered by mod LCA

Warning: mkdir() [function.mkdir]: Permission denied in /home/mifa1614/public_html/modules/mod_lca/cache.php on line 60

Warning: file_put_contents(/home/mifa1614/public_html/cache/mod_lca/9735018e1fea20d52f5c7af32767fb3f.xml) [function.file-put-contents]: failed to open stream: Permission denied in /home/mifa1614/public_html/modules/mod_lca/cache.php on line 61

Utenti On Line

mod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_counter
mod_vvisit_counterOggi295
mod_vvisit_counterIeri685
mod_vvisit_counterQuesta Settimana980
mod_vvisit_counterScorsa Settimna3811
mod_vvisit_counterQuesto Mese6811
mod_vvisit_counterScorso Mese28770
mod_vvisit_counterComplessivo4265415

Abbiamo: 65 ospiti online
IP: 54.82.112.193
 , 
Oggi: Dic 12, 2017

Che ore sono ?