Warning: Memcache::addserver() expects parameter 2 to be long, string given in /home/mifa1614/public_html/libraries/joomla/cache/storage/memcache.php on line 84
Liturgia Sett. 08 Giorno 51

Almanacco

Che tempo fa ?

Venerdì, 25 Maggio 2018 - If your browser doesn't automatically go there within a few seconds, you may want to go to Evangelizo Reader manually. If your browser doesn't automatically go there within a few seconds, you may want to go to Evangelizo Reader manually.
Home Tutte le Liturgie Liturgia Sett. 08 Giorno 51

Liturgia Sett. 08 Giorno 51

Ricorda che nel desiderio di gioia c'è già gioia. E proprio grazie al tuo desiderio di gioia, entrerai gradualmente in contatto con la gioia che è già dentro di te..

Anselm Grün

Liturgia del Giorno

Sabato dopo le Ceneri
S. Pier Damiani, card. e Dottore della Chiesa (1006-1072),  B. Maria Enrica Dominici, madre superiora (1829-1894)

Tutte le Liturgie


Prima Lettura

Libro di Isaia 58,9b-14.

Così dice il Signore: «Se toglierai di mezzo a te lÂ’oppressione, il puntare il dito e il parlare empio,se offrirai il pane all'affamato, se sazierai chi è digiuno, allora brillerà fra le tenebre la tua luce, la tua tenebra sarà come il meriggio. Ti guiderà sempre il Signore, ti sazierà in terreni aridi, rinvigorirà le tue ossa; sarai come un giardino irrigato e come una sorgente le cui acque non inaridiscono. La tua gente riedificherà le antiche rovine, ricostruirai le fondamenta di epoche lontane. Ti chiameranno riparatore di brecce, restauratore di case in rovina per abitarvi. Se tratterrai il piede dal violare il sabato, dallo sbrigare affari nel giorno a me sacro, se chiamerai il sabato delizia e venerando il giorno sacro al Signore, se lo onorerai evitando di metterti in cammino, di sbrigare affari e di contrattare, allora troverai la delizia nel Signore. Io ti farò calcare le alture della terra, ti farò gustare l'eredità di Giacobbe tuo padre, poiché la bocca del Signore ha parlato.

Salmi

Salmi 86(85),1-2.3-4.5-6.

Signore, tendi l'orecchio, rispondimi, perché io sono povero e infelice. Custodiscimi perché sono fedele; tu, Dio mio, salva il tuo servo, che in te spera. Pietà di me, Signore, a te grido tutto il giorno. Rallegra la vita del tuo servo, perché a te, Signore, innalzo l'anima mia. Tu sei buono, Signore, e perdoni, sei pieno di misericordia con chi ti invoca. Porgi l'orecchio, Signore, alla mia preghiera e sii attento alla voce della mia supplica.

Seconda Lettura

Non prevista per la giornata odierna

Vangelo

Dal Vangelo di Gesù Cristo secondo Luca 5,27-32.

In quel tempo, Gesù vide un pubblicano di nome Levi seduto al banco delle imposte, e gli disse: «Seguimi!». Egli, lasciando tutto, si alzò e lo seguì. Poi Levi gli preparò un grande banchetto nella sua casa. C'era una folla di pubblicani e d'altra gente seduta con loro a tavola. I farisei e i loro scribi mormoravano e dicevano ai suoi discepoli: «Perché mangiate e bevete con i pubblicani e i peccatori?». Gesù rispose: «Non sono i sani che hanno bisogno del medico, ma i malati; io non sono venuto a chiamare i giusti, ma i peccatori a convertirsi».

Commento alle letture

« Egli, lasciando tutto, si alzò e lo seguì »    

    Ascoltare Cristo e adorarlo porta a fare scelte coraggiose, a prendere decisioni a volte eroiche. Gesù è esigente perché vuole la nostra autentica felicità. Chiama alcuni a lasciare tutto per seguirlo nella vita sacerdotale o consacrata. Chi avverte questÂ’invito non abbia paura di rispondergli “sì” e si metta generosamente alla sua sequela. Ma, al di là delle vocazioni di speciale consacrazione, vi è la vocazione propria di ogni battezzato: anchÂ’essa è vocazione a quella “misura alta” della vita cristiana ordinaria che sÂ’esprime nella santità (cfr Novo millennio ineunte, 31)...     Sono tanti i nostri contemporanei che non conoscono ancora lÂ’amore di Dio, o cercano di riempirsi il cuore con surrogati insignificanti. EÂ’ urgente, pertanto, essere testimoni dellÂ’amore contemplato in Cristo... La Chiesa ha bisogno di autentici testimoni per la nuova evangelizzazione: uomini e donne la cui vita sia stata trasformata dallÂ’incontro con Gesù; uomini e donne capaci di comunicare questÂ’esperienza agli altri. La Chiesa ha bisogno di santi. Tutti siamo chiamati alla santità, e solo i santi possono rinnovare lÂ’umanità.    

San Giovanni Paolo II (1920-2005), papa     - Messaggio ai giovani per la XX GMG  (6/8/04)    

Tutte le Liturgie

Registrati e effettua il login al sito; in caso contrario non puoi rilasciare commenti.

Storico Articoli

Powered by mod LCA

Warning: mkdir() [function.mkdir]: Permission denied in /home/mifa1614/public_html/modules/mod_lca/cache.php on line 60

Warning: file_put_contents(/home/mifa1614/public_html/cache/mod_lca/9735018e1fea20d52f5c7af32767fb3f.xml) [function.file-put-contents]: failed to open stream: Permission denied in /home/mifa1614/public_html/modules/mod_lca/cache.php on line 61

Utenti On Line

mod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_counter
mod_vvisit_counterOggi161
mod_vvisit_counterIeri130
mod_vvisit_counterQuesta Settimana769
mod_vvisit_counterScorsa Settimna1000
mod_vvisit_counterQuesto Mese8453
mod_vvisit_counterScorso Mese20136
mod_vvisit_counterComplessivo4361500

Abbiamo: 54 ospiti online
IP: 23.20.240.193
 , 
Oggi: Mag 25, 2018

Che ore sono ?