Warning: Memcache::addserver() expects parameter 2 to be long, string given in /home/mifa1614/public_html/libraries/joomla/cache/storage/memcache.php on line 84
Liturgia Sett. 02 Giorno 10

Almanacco

Che tempo fa ?

Martedì, 20 Febbraio 2018 -
Home Tutte le Liturgie Liturgia Sett. 02 Giorno 10

Liturgia Sett. 02 Giorno 10

Ciascuno sarà trattato secondo le sue opere..

Anonimo

Liturgia del Giorno

Battesimo del Signore, festa - Anno B
S. Tommaso Placidi da Cori, sacerdote O.F.M. (1655-1729),  B. Ana María Janer Anglarill, suora e fondatrice (1800-1885)

Tutte le Liturgie


Prima Lettura

Libro di Isaia 55,1-11.

Così dice il Signore: «O voi tutti assetati venite all'acqua, chi non ha denaro venga ugualmente; comprate e mangiate senza denaro e, senza spesa, vino e latte. Perché spendete denaro per ciò che non è pane, il vostro patrimonio per ciò che non sazia? Su, ascoltatemi e mangerete cose buone e gusterete cibi succulenti. Porgete l'orecchio e venite a me, ascoltate e voi vivrete. Io stabilirò per voi un'alleanza eterna, i favori assicurati a Davide». Ecco l'ho costituito testimonio fra i popoli, principe e sovrano sulle nazioni. Ecco tu chiamerai gente che non conoscevi; accorreranno a te popoli che non ti conoscevano a causa del Signore, tuo Dio, del Santo di Israele, perché egli ti ha onorato. Cercate il Signore, mentre si fa trovare, invocatelo, mentre è vicino. L'empio abbandoni la sua via e l'uomo iniquo i suoi pensieri; ritorni al Signore che avrà misericordia di lui e al nostro Dio che largamente perdona. Perché i miei pensieri non sono i vostri pensieri, le vostre vie non sono le mie vie - oracolo del Signore. Quanto il cielo sovrasta la terra, tanto le mie vie sovrastano le vostre vie, i miei pensieri sovrastano i vostri pensieri. Come infatti la pioggia e la neve scendono dal cielo e non vi ritornano senza avere irrigato la terra, senza averla fecondata e fatta germogliare, perché dia il seme al seminatore e pane da mangiare, così sarà della parola uscita dalla mia bocca: non ritornerà a me senza effetto, senza aver operato ciò che desidero e senza aver compiuto ciò per cui l'ho mandata.»

Salmi

Libro di Isaia 12,2.4bcd.5-6.

Ecco, Dio è la mia salvezza; io confiderò, non avrò mai timere, perché mia forza e mio canto è il Signore; egli è stato la mia salvezza. "Lodate il Signore, invocate il suo nome; manifestate tra i popoli le sue meraviglie, proclamate che il suo nome è sublime. Cantate inni al Signore, perché ha fatto opere grandi, ciò sia noto in tutta la terra. Gridate giulivi ed esultate, abitanti di Sion, perché grande in mezzo a voi è il Santo di Israele".

Seconda Lettura

Prima lettera di san Giovanni apostolo 5,1-9.

Carissimi, chiunque crede che Gesù è il Cristo, è nato da Dio; e chi ama colui che ha generato, ama anche chi da lui è stato generato. Da questo conosciamo di amare i figli di Dio: se amiamo Dio e ne osserviamo i comandamenti, perché in questo consiste l'amore di Dio, nell'osservare i suoi comandamenti; e i suoi comandamenti non sono gravosi. Tutto ciò che è nato da Dio vince il mondo; e questa è la vittoria che ha sconfitto il mondo: la nostra fede. E chi è che vince il mondo se non chi crede che Gesù è il Figlio di Dio? Questi è colui che è venuto con acqua e sangue, Gesù Cristo; non con acqua soltanto, ma con l'acqua e con il sangue. Ed è lo Spirito che rende testimonianza, perché lo Spirito è la verità. Poiché tre sono quelli che rendono testimonianza: lo Spirito, l'acqua e il sangue, e questi tre sono concordi. Se accettiamo la testimonianza degli uomini, la testimonianza di Dio è maggiore; e la testimonianza di Dio è quella che ha dato al suo Figlio.

Vangelo

Dal Vangelo di Gesù Cristo secondo Marco 1,7-11.

In quel tempo, Giovanni predicava dicendo: «Dopo di me viene uno che è più forte di me e al quale io non son degno di chinarmi per sciogliere i legacci dei suoi sandali. Io vi ho battezzati con acqua, ma egli vi battezzerà con lo Spirito Santo». In quei giorni Gesù venne da Nazaret di Galilea e fu battezzato nel Giordano da Giovanni. E, uscendo dall'acqua, vide aprirsi i cieli e lo Spirito discendere su di lui come una colomba. E si sentì una voce dal cielo: «Tu sei il Figlio mio prediletto, in te mi sono compiaciuto».

Commento alle letture

Ecco, il Signore viene al Battesimo    

    Ecco, il Signore viene per ricevere il battesimo; arriva dimesso, nudo, senza scorta, rivestito della nostra umanità, nascondendo la grandezza della divinità per sventare lÂ’inganno del serpente. Si può dire che è venuto a trovare Giovanni come un signore che ha rinviato la sua guardia del corpo. Gli si avvicina come un uomo semplice, sottoposto al peccato, china la fronte per essere battezzato dalla mano di Giovanni. QuestÂ’ultimo, colpito da tale umiltà, ha cercato di reagire dicendo: “Io ho bisogno di essere battezzato da te e tu vieni da me?” (Mt 3,14)Â…    Carissimi, guardate quanti beni importanti avremmo perso, se il Signore avesse ceduto allÂ’invito di Giovanni e non avesse ricevuto il battesimo. Prima i cieli erano chiusi, la nostra patria celeste inaccessibile; caduti tanto in basso, non potevamo più guadagnare lÂ’altezza del cielo. Ma non solo il Signore ha ricevuto il battesimo: ha reso nuovo lÂ’uomo vecchio (cfr Rom 6,6) e gli ha affidato nuovamente lo scettro dellÂ’adozione divina. Poiché subito “i cieli si aprirono”. Le realtà visibili si sono riconciliate con le invisibili; le gerarchie celesti sono state colmate di gioia; sulla terra le malattie sono guarite; quanto era nascosto è stato rivelatoÂ… Bisognava aprire a Cristo, lo Sposo, le porte della stanza nuziale. Come lo Spirito scende sotto forma di una colomba e la voce del Padre risuona in ogni luogo, bisognava che “si sollevino le porte del cielo” (cfr Sal 24,7)Â…     Vi prego, ascoltatemi attentamenteÂ…: venite al bagno dellÂ’immortalità, popoli di tutte le nazioni! Con questo gioioso messaggio, vi annuncio la vita, a voi che siete ancora nella notte dellÂ’ignoranza. Venite dalla schiavitù alla libertà, dalla tirannia al regno, da ciò che perisce a ciò che non perisce. Volete sapere come venire? Per mezzo dllÂ’acqua dello Spirito Santo (Gv 3,5). QuestÂ’acqua, data dallo Spirito, bagna il Paradiso, raggiunge la terra, feconda il mondoÂ…, genera lÂ’uomo alla vita facendolo rinascere, acqua in cui è stato battezzato Cristo e su cui è sceso lo Spirito.    

Omelia attribuita a SantÂ’Ippolito di Roma (? - ca 235), sacerdote e martire     - Omelia del IV secolo per lÂ’Epifania, Teofania del Signore; PG 10, 852    

Tutte le Liturgie

Registrati e effettua il login al sito; in caso contrario non puoi rilasciare commenti.

Storico Articoli

Powered by mod LCA

Warning: mkdir() [function.mkdir]: Permission denied in /home/mifa1614/public_html/modules/mod_lca/cache.php on line 60

Warning: file_put_contents(/home/mifa1614/public_html/cache/mod_lca/9735018e1fea20d52f5c7af32767fb3f.xml) [function.file-put-contents]: failed to open stream: Permission denied in /home/mifa1614/public_html/modules/mod_lca/cache.php on line 61

Utenti On Line

mod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_counter
mod_vvisit_counterOggi298
mod_vvisit_counterIeri615
mod_vvisit_counterQuesta Settimana913
mod_vvisit_counterScorsa Settimna5361
mod_vvisit_counterQuesto Mese13141
mod_vvisit_counterScorso Mese15810
mod_vvisit_counterComplessivo4315326

Abbiamo: 34 ospiti online
IP: 50.19.34.255
 , 
Oggi: Feb 20, 2018

Che ore sono ?