Warning: Memcache::addserver() expects parameter 2 to be long, string given in /home/mifa1614/public_html/libraries/joomla/cache/storage/memcache.php on line 84
Liturgia Sett. 49 Giorno 334

Almanacco

Che tempo fa ?

Martedì, 12 Dicembre 2017 -
Home Tutte le Liturgie Liturgia Sett. 49 Giorno 334

Liturgia Sett. 49 Giorno 334

Dio provvede al meglio per ciascuno di noi ed egli sa ciò che è il nostro meglio perché vede l'immensità dei tempi; noi vediamo una corta spanna di tempo e in essa non sappiamo che cosa è meglio. Ma se preghiamo con fiducia e abbandono, siamo certi che il Signore si prende cura di noi..

Carlo Maria Martini

Liturgia del Giorno

Lunedì della I settimana di Avvento
B. Charles de Foucauld, sacerdote e martire (1858-1916),  B. Maria Rosa (Bruna) Pellesi, suora (1917-1972)

Tutte le Liturgie


Prima Lettura

Libro di Isaia 2,1-5.

Visione di Isaia, figlio di Amoz, vide riguardo a Giuda e a Gerusalemme. Alla fine dei giorni, il monte del tempio del Signore sarà eretto sulla cima dei monti e sarà più alto dei colli; ad esso affluiranno tutte le genti. Verranno molti popoli e diranno: "Venite, saliamo sul monte del Signore, al tempio del Dio di Giacobbe, perché ci indichi le sue vie e possiamo camminare per i suoi sentieri". Poiché da Sion uscirà la legge e da Gerusalemme la parola del Signore. Egli sarà giudice fra le genti e sarà arbitro fra molti popoli. Forgeranno le loro spade in vomeri, le loro lance in falci; un popolo non alzerà più la spada contro un altro popolo, non si eserciteranno più nell'arte della guerra. Casa di Giacobbe, vieni, camminiamo nella luce del Signore.

Salmi

Salmi 122(121),1-2.4.6-7.8-9.

Quale gioia, quando mi dissero: "Andremo alla casa del Signore". E ora i nostri piedi si fermano alle tue porte, Gerusalemme! Là salgono insieme le tribù, le tribù del Signore, secondo la legge di Israele, per lodare il nome del Signore. Domandate pace per Gerusalemme: sia pace a coloro che ti amano, sia pace sulle tue mura, sicurezza nei tuoi baluardi. Per i miei fratelli e i miei amici io dirò: "Su di te sia pace!". Per la casa del Signore nostro Dio, chiederò per te il bene.

Seconda Lettura

Non prevista per la giornata odierna

Vangelo

Dal Vangelo di Gesù Cristo secondo Matteo 8,5-11.

In quel tempo, entrato Gesù in Cafarnao, gli venne incontro un centurione che lo scongiurava: «Signore, il mio servo giace in casa paralizzato e soffre terribilmente». Gesù gli rispose: «Io verrò e lo curerò». Ma il centurione riprese: «Signore, io non son degno che tu entri sotto il mio tetto, dì soltanto una parola e il mio servo sarà guarito. Perché anch'io, che sono un subalterno, ho soldati sotto di me e dico a uno: Fà questo, ed egli lo fa». All'udire ciò, Gesù ne fu ammirato e disse a quelli che lo seguivano: «In verità vi dico, presso nessuno in Israele ho trovato una fede così grande. Ora vi dico che molti verranno dall'oriente e dall'occidente e siederanno a mensa con Abramo, Isacco e Giacobbe nel regno dei cieli».

Commento alle letture

La terra intera sarà riempita della maestà di Dio    

    Un giorno il Salvatore dovrà tornare per ridare forza al nostro corpo, come dice lÂ’apostolo Paolo: “Aspettiamo come salvatore il Signore Gesù Cristo, il quale trasfigurerà il nostro misero corpo per conformarlo al suo corpo glorioso” (Fil 3,20-21)Â…     Allora, il Dio Sabaoth, il Signore delle virtù, il Re di gloria verrà dal cielo in persona, a trasformare i nostri corpi per conformarli al suo corpo glorioso. Quale gloria, quale gioia quando il Creatore dell'universo, che si era nascosto sotto umili apparenze, quando era venuto per riscattarci, apparirà in tutta la sua gloria e la sua maestàÂ…, sotto tutti gli sguardi, per glorificare i nostri miseri corpi! Chi allora ricorderà l'umiltà del suo primo avvento, quando lo vedremo scendere nella luce, preceduto dagli angeli che, al suono della tromba, trarranno dalla polvere il nostro corpo, per poi portarlo davanti a Cristo? (1Tes 4,16ss)...     Si rallegri dunque la nostra anima, e il nostro corpo riposi nella speranza, nell'attesa di Cristo Salvatore, che lo trasformerà per conformarlo al suo corpo di gloria! “Di te ha sete l'anima mia, a te anela la mia carne come terra deserta, arida, senz'acqua!” (Sal 62, 2 Vulg). Il profeta chiamava con le sue preghiere il primo avvento del Salvatore che veniva a riscattarlo. Ma la sua carne chiamava più vivamente ancora l'ultimo avvento in cui essa sarebbe stata glorificata. Allora tutti i nostri desideri saranno esauditi: la terra intera sarà riempita della maestà di Dio. Si degni la misericordia di Dio di condurci a questa gloria, a questa beatitudine, a questa pace che supera ogni intelligenza (Fil 4,7) e nostro Signore Gesù Cristo non permetta che sia delusa la nostra ardente attesa del Salvatore.    

San Bernardo (1091-1153), monaco cistercense e dottore della Chiesa     - 6° discorso sull'Avvento    

Tutte le Liturgie

Registrati e effettua il login al sito; in caso contrario non puoi rilasciare commenti.

Storico Articoli

Powered by mod LCA

Warning: mkdir() [function.mkdir]: Permission denied in /home/mifa1614/public_html/modules/mod_lca/cache.php on line 60

Warning: file_put_contents(/home/mifa1614/public_html/cache/mod_lca/9735018e1fea20d52f5c7af32767fb3f.xml) [function.file-put-contents]: failed to open stream: Permission denied in /home/mifa1614/public_html/modules/mod_lca/cache.php on line 61

Utenti On Line

mod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_counter
mod_vvisit_counterOggi276
mod_vvisit_counterIeri685
mod_vvisit_counterQuesta Settimana961
mod_vvisit_counterScorsa Settimna3811
mod_vvisit_counterQuesto Mese6792
mod_vvisit_counterScorso Mese28770
mod_vvisit_counterComplessivo4265396

Abbiamo: 71 ospiti online
IP: 54.82.112.193
 , 
Oggi: Dic 12, 2017

Che ore sono ?