Warning: Memcache::addserver() expects parameter 2 to be long, string given in /home/mifa1614/public_html/libraries/joomla/cache/storage/memcache.php on line 84
Liturgia Sett. 41 Giorno 279

Almanacco

Che tempo fa ?

Mercoledì, 21 Febbraio 2018 -
Home Tutte le Liturgie Liturgia Sett. 41 Giorno 279

Liturgia Sett. 41 Giorno 279

L'uomo che è chiamato all'amore, ne vive tutta l'angoscia perché sa che, pur anelando all'innocenza, l'ha perduta. Ma Dio, che vuole intimi i suoi figli, li attira a sé rinnovandoli nel suo amore crocifisso e rendendoli capaci della dedizione di un amore ormai svincolato dalle prese del demonio. Gesù ci attira lì..

Elia Citterio

Liturgia del Giorno

Martedì della XXVII settimana delle ferie del Tempo Ordinario
S. Giustina di Padova, vergine e martire († 304),  B. Giuseppe Toniolo, “apostolo della Rerum Novarum”

Tutte le Liturgie


Prima Lettura

Lettera di san Paolo apostolo ai Galati 1,13-24.

Fratelli, avete certamente sentito parlare della mia condotta di un tempo nel giudaismo, come io perseguitassi fieramente la Chiesa di Dio e la devastassi, superando nel giudaismo la maggior parte dei miei coetanei e connazionali, accanito com'ero nel sostenere le tradizioni dei padri. Ma quando colui che mi scelse fin dal seno di mia madre e mi chiamò con la sua grazia si compiacque di rivelare a me suo Figlio perché lo annunziassi in mezzo ai pagani, subito, senza consultare nessun uomo, senza andare a Gerusalemme da coloro che erano apostoli prima di me, mi recai in Arabia e poi ritornai a Damasco. In seguito, dopo tre anni andai a Gerusalemme per consultare Cefa, e rimasi presso di lui quindici giorni; degli apostoli non vidi nessun altro, se non Giacomo, il fratello del Signore. In ciò che vi scrivo, io attesto davanti a Dio che non mentisco. Quindi andai nelle regioni della Siria e della Cilicia. Ma ero sconosciuto personalmente alle Chiese della Giudea che sono in Cristo; soltanto avevano sentito dire: "Colui che una volta ci perseguitava, va ora annunziando la fede che un tempo voleva distruggere". E glorificavano Dio a causa mia.

Salmi

Salmi 139(138),1-3.13-14ab.14c-15.

Signore, tu mi scruti e mi conosci, tu sai quando seggo e quando mi alzo. Penetri da lontano i miei pensieri, mi scruti quando cammino e quando riposo. Ti sono note tutte le mie vie. Sei tu che hai creato le mie viscere e mi hai tessuto nel seno di mia madre. Ti lodo, perché mi hai fatto come un prodigio;sono stupende le tue opere. Tu mi conosci fino in fondo. Non ti erano nascoste le mie ossa quando venivo formato nel segreto, intessuto nelle profondità della terra.

Seconda Lettura

Non prevista per la giornata odierna

Vangelo

Dal Vangelo di Gesù Cristo secondo Luca 10,38-42.

In quel tempo, Gesù entrò in un villaggio e una donna, di nome Marta, lo accolse nella sua casa. Essa aveva una sorella, di nome Maria, la quale, sedutasi ai piedi di Gesù, ascoltava la sua parola; Marta invece era tutta presa dai molti servizi. Pertanto, fattasi avanti, disse: «Signore, non ti curi che mia sorella mi ha lasciata sola a servire? Dille dunque che mi aiuti». Ma Gesù le rispose: «Marta, Marta, tu ti preoccupi e ti agiti per molte cose, ma una sola è la cosa di cui c'è bisogno. Maria si è scelta la parte migliore, che non le sarà tolta».

Commento alle letture

“Maria si è scelta la parte migliore”    

    UnÂ’anima infuocata dÂ’amore non può restare inattiva; certamente come Maria Maddalena sta ai piedi di Gesù, ella ascolta la sua parola dolce ed infuocata. Sembra non far nulla, al contrario fa molto più di Marta che si preoccupa di tante cose e vorrebbe che la sorella faccia come lei. Non è il lavoro di Marta che Gesù biasima; ad esso tutta la vita la sua divina Madre si è umilmente sottomessa, poiché doveva pur preparare da mangiare per la Sacra Famiglia. Gesù vuole correggere soltanto la preoccupazione di colei che lo ospita con tanto amore.    Tutti i santi lÂ’hanno capito e più di tutti forse quelli che riempirono lÂ’universo della luce della dottrina evangelica. Non è forse nella preghiera che i santi Paolo, Agostino, Giovanni della Croce, Tommaso dÂ’Aquino, Francesco, Domenico e tanti altri illustri amici di Dio hanno tratto la scienza divina che affascinò i più grandi geni?  Un sapiente ha detto: “Datemi una leva, un punto dÂ’appoggio e solleverò il mondo”. Ciò che Archimede non ha potuto, perché la sua richiesta non era per Dio, ma riguardava cose materiali, i santi lÂ’hanno ottenuto in pienezza. LÂ’Onnipotente ha dato come punto dÂ’appoggio: Lui stesso e Lui solo; come leva: la preghiera, che brucia col fuoco dÂ’amore e così hanno sollevato il mondo. EÂ’ così che i santi ancora militanti lo sollevano e fino alla fine del mondo lo solleveranno anche i santi futuri.    

Santa Teresa del Bambin Gesù (1873-1897), carmelitana, dottore della Chiesa     - Manoscritto autobiografico C, 36r° - v°    

Tutte le Liturgie

Registrati e effettua il login al sito; in caso contrario non puoi rilasciare commenti.

Storico Articoli

Powered by mod LCA

Warning: mkdir() [function.mkdir]: Permission denied in /home/mifa1614/public_html/modules/mod_lca/cache.php on line 60

Warning: file_put_contents(/home/mifa1614/public_html/cache/mod_lca/9735018e1fea20d52f5c7af32767fb3f.xml) [function.file-put-contents]: failed to open stream: Permission denied in /home/mifa1614/public_html/modules/mod_lca/cache.php on line 61

Utenti On Line

mod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_counter
mod_vvisit_counterOggi584
mod_vvisit_counterIeri682
mod_vvisit_counterQuesta Settimana1881
mod_vvisit_counterScorsa Settimna5361
mod_vvisit_counterQuesto Mese14109
mod_vvisit_counterScorso Mese15810
mod_vvisit_counterComplessivo4316294

Abbiamo: 40 ospiti, 3 bots online
IP: 50.19.34.255
 , 
Oggi: Feb 21, 2018

Che ore sono ?