Warning: Memcache::addserver() expects parameter 2 to be long, string given in /home/mifa1614/public_html/libraries/joomla/cache/storage/memcache.php on line 84
Liturgia Sett. 34 Giorno 229

Almanacco

Che tempo fa ?

Martedì, 12 Dicembre 2017 -
Home Tutte le Liturgie Liturgia Sett. 34 Giorno 229

Liturgia Sett. 34 Giorno 229

Non gli dico niente, lo amo!.

Santa Teresa di Lisieux

Liturgia del Giorno

Lunedì della XX settimana delle ferie del Tempo Ordinario
S. Elena, madre dell'Imperatore Costantino († 329),  S. Alberto Hurtado Cruchaga, presbitero S.J. (1901-1952)

Tutte le Liturgie


Prima Lettura

Libro di Ezechiele 24,15-24.

Mi fu rivolta questa parola del Signore:Figlio dell'uomo ecco, io ti tolgo all'improvviso colei che è la delizia dei tuoi occhi: ma tu non fare il lamento, non piangere, non versare una lacrima.Sospira in silenzio e non fare il lutto dei morti: avvolgiti il capo con il turbante, mettiti i sandali ai piedi, non ti velare fino alla bocca, non mangiare il pane del lutto".La mattina avevo parlato al popolo e la sera mia moglie morì. La mattina dopo feci come mi era stato comandatoe la gente mi domandava: "Non vuoi spiegarci che cosa significa quello che tu fai?".Io risposi: "Il Signore mi ha parlato:Annunzia agli Israeliti: Così dice il Signore Dio: Ecco, io faccio profanare il mio santuario, orgoglio della vostra forza, delizia dei vostri occhi e amore delle vostre anime. I figli e le figlie che avete lasciato cadranno di spada.Voi farete come ho fatto io: non vi velerete fino alla bocca, non mangerete il pane del lutto.Avrete i vostri turbanti in capo e i sandali ai piedi: non farete il lamento e non piangerete: ma vi consumerete per le vostre iniquità e gemerete l'uno con l'altro.Ezechiele sarà per voi un segno: quando ciò avverrà, voi farete in tutto come ha fatto lui e saprete che io sono il Signore.

Salmi

Libro del Deuteronomio 32,18-19.20.21.

La Roccia, che ti ha generato, tu hai trascurato; hai dimenticato il Dio che ti ha procreato! Ma il Signore ha visto e ha disdegnato con ira i suoi figli e le sue figlie. Ha detto: Io nasconderò loro il mio volto: vedrò quale sarà la loro fine. Sono una generazione perfida, sono figli infedeli. Mi resero geloso con ciò che non è Dio, mi irritarono con i loro idoli vani; io li renderò gelosi con uno che non è popolo, li irriterò con una nazione stolta.

Seconda Lettura

Non prevista per la giornata odierna

Vangelo

Dal Vangelo di Gesù Cristo secondo Matteo 19,16-22.

Ed ecco un tale gli si avvicinò e gli disse: «Maestro, che cosa devo fare di buono per ottenere la vita eterna?». Egli rispose: «Perché mi interroghi su ciò che è buono? Uno solo è buono. Se vuoi entrare nella vita, osserva i comandamenti». Ed egli chiese: «Quali?». Gesù rispose: «Non uccidere, non commettere adulterio, non rubare, non testimoniare il falso, onora il padre e la madre, ama il prossimo tuo come te stesso». Il giovane gli disse: «Ho sempre osservato tutte queste cose; che mi manca ancora?». Gli disse Gesù: «Se vuoi essere perfetto, và, vendi quello che possiedi, dallo ai poveri e avrai un tesoro nel cielo; poi vieni e seguimi». Udito questo, il giovane se ne andò triste; poiché aveva molte ricchezze.

Commento alle letture

“Se lo vuoi”    

    Questo giovane sa bene che, nonostante nulla manchi alla sua virtù, cÂ’è ancora qualcosa che manca alla sua vita. Perciò viene a chiederla allÂ’unico che può dargliela. EÂ’certo di essere a posto con la Legge; tuttavia implora il Figlio di Dio. Passa da una fede ad unÂ’altra. Gli ormeggi della Legge non lo difendono dal rollio, inquieto, lascia lÂ’ancoraggio pericoloso e viene a gettare lÂ’ancora nel porto del Salvatore.    Gesù non gli rimprovera di aver mancato a qualche articolo della Legge, ma si mette ad amarlo (Mc 10,21), commosso dallÂ’impegno di questo allievo. Tuttavia lo definisce ancora imperfettoÂ…: è un buon operaio della Legge, ma pigro per la vita eterna. Va già bene, senza dubbio; “la santa Legge » è come un pedagogo (Rom 7,27 ; Gal 3,24) che insegna col timore e avvia verso i sublimi comandamenti di Gesù e verso la grazia. "Ora, il termine della legge è Cristo, perché sia data la giustizia a chiunque crede" (Rom 10,4). Egli non è uno schiavo che fa degli schiavi, ma dona la qualità di figli, fratelli, coeredi, a tutti coloro che compiono la volontà del Padre (Rom 8,17 ; Mt 12,50)Â…    Questa parola “Se lo vuoi” mostra magnificamente la libertà del giovane; sta a lui scegliere, è  padrone della sua decisione. Ma è Dio che dona, perché è il Signore. Dona a tutti coloro che vogliono e sÂ’impegnano con tutto il cuore e pregano, perché la salvezza sia la loro scelta. Nemico della violenza, Dio non costringe alcuno, ma porge la grazia a coloro che la cercano, la offre a coloro che la chiedono, apre a coloro che bussano (Mt 7,7).    

San Clemente d'Alessandria (150-ca 215), teologo     - Omelia « Quale ricco potrà salvarsi?», 8-9 ; PG 9,603    

Tutte le Liturgie

Registrati e effettua il login al sito; in caso contrario non puoi rilasciare commenti.

Storico Articoli

Powered by mod LCA

Warning: mkdir() [function.mkdir]: Permission denied in /home/mifa1614/public_html/modules/mod_lca/cache.php on line 60

Warning: file_put_contents(/home/mifa1614/public_html/cache/mod_lca/9735018e1fea20d52f5c7af32767fb3f.xml) [function.file-put-contents]: failed to open stream: Permission denied in /home/mifa1614/public_html/modules/mod_lca/cache.php on line 61

Utenti On Line

mod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_counter
mod_vvisit_counterOggi221
mod_vvisit_counterIeri685
mod_vvisit_counterQuesta Settimana906
mod_vvisit_counterScorsa Settimna3811
mod_vvisit_counterQuesto Mese6737
mod_vvisit_counterScorso Mese28770
mod_vvisit_counterComplessivo4265341

Abbiamo: 45 ospiti online
IP: 54.82.112.193
 , 
Oggi: Dic 12, 2017

Che ore sono ?