Warning: Memcache::addserver() expects parameter 2 to be long, string given in /home/mifa1614/public_html/libraries/joomla/cache/storage/memcache.php on line 84
Liturgia Sett. 22 Giorno 149

Almanacco

Che tempo fa ?

Martedì, 12 Dicembre 2017 -
Home Tutte le Liturgie Liturgia Sett. 22 Giorno 149

Liturgia Sett. 22 Giorno 149

Ci sono cose giudicate inutili per l'efficienza ma sono indispensabili per la felicità. Il tempo familiare è un'occasione che si aggiunge alle altre; non può essere una nuova cosa da fare, né può essere inteso solo come pausa delle attività..

Domenico Cravero

Liturgia del Giorno

Venerdì della VI settimana di Pasqua
S. Jeanne (Giovanna) d'Arc (F), vergine (1412-1431),  B. Carlo Liviero, vescovo e fondatore (1866-1932)

Tutte le Liturgie


Prima Lettura

Atti degli Apostoli 18,9-18.

Mentre Paolo era a Corinto, una notte in visione il Signore gli disse: "Non aver paura, ma continua a parlare e non tacere, perché io sono con te e nessuno cercherà di farti del male, perché io ho un popolo numeroso in questa città". Così Paolo si fermò un anno e mezzo, insegnando fra loro la parola di Dio. Mentre era proconsole dell'Acaia Gallione, i Giudei insorsero in massa contro Paolo e lo condussero al tribunale dicendo: "Costui persuade la gente a rendere un culto a Dio in modo contrario alla legge". Paolo stava per rispondere, ma Gallione disse ai Giudei: "Se si trattasse di un delitto o di un'azione malvagia, o Giudei, io vi ascolterei, come di ragione. Ma se sono questioni di parole o di nomi o della vostra legge, vedetevela voi; io non voglio essere giudice di queste faccende". E li fece cacciare dal tribunale. Allora tutti afferrarono Sòstene, capo della sinagoga, e lo percossero davanti al tribunale ma Gallione non si curava affatto di tutto ciò. Paolo si trattenne ancora parecchi giorni, poi prese congedo dai fratelli e s'imbarcò diretto in Siria, in compagnia di Priscilla e Aquila. A Cencre si era fatto tagliare i capelli a causa di un voto che aveva fatto.

Salmi

Salmi 47(46),2-3.4-5.6-7.

Applaudite, popoli tutti, acclamate Dio con voci di gioia; perché terribile è il Signore, l'Altissimo, re grande su tutta la terra. Egli ci ha assoggettati i popoli, ha messo le nazioni sotto i nostri piedi. La nostra eredità ha scelto per noi, vanto di Giacobbe suo prediletto. Ascende Dio tra le acclamazioni, il Signore al suono di tromba. Cantate inni a Dio, cantate inni; cantate inni al nostro re, cantate inni.

Seconda Lettura

Non prevista per la giornata odierna

Vangelo

Dal Vangelo di Gesù Cristo secondo Giovanni 16,20-23a.

In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli: «In verità, in verità vi dico: voi piangerete e vi rattristerete, ma il mondo si rallegrerà. Voi sarete afflitti, ma la vostra afflizione si cambierà in gioia.» La donna, quando partorisce, è afflitta, perché è giunta la sua ora; ma quando ha dato alla luce il bambino, non si ricorda più dell'afflizione per la gioia che è venuto al mondo un uomo. Così anche voi, ora, siete nella tristezza; ma vi vedrò di nuovo e il vostro cuore si rallegrerà e nessuno vi potrà togliere la vostra gioia».

Commento alle letture

« Voi sarete afflitti, ma la vostra afflizione si cambierà in gioia »    

    Â“NellÂ’andare, se ne va e piange, portando la semente da gettare”. Forse piangerà per sempre? Certo che no: “Nel tornare, viene con giubilo portando i suoi covoni” (Sal 126,8). E a ragione si rallegrerà, poiché porterà i covoni della gloria. Ma, direte, questo succederà soltanto nellÂ’ultimo giorno, nel tempo della risurrezione, e lÂ’attesa è lunghissima. Non perdetevi dÂ’animo, non cedete come bambini. NellÂ’attesa, riceverete dalla “caparra dello Spirito” (2 Cor 1,21) il necessario  per mietere con giubilo fin da ora. Seminate nella giustizia, dice il Signore, e raccogliete la speranza della vita. Non siete più rimandati allÂ’ultimo giorno, quando tutto vi sarà dato realmente e non più nella speranza. Egli parla del presente. Certo, grande sarà la nostra gioia, infinito il nostro giubilo, quando comincerà la vera vita. Ma la speranza di una così grande gioia non può essere senza gioia fin da ora.    

San Bernardo (1091-1153), monaco cistercense e dottore della Chiesa     - Discorso sul  Cantico dei cantici, n° 37    

Tutte le Liturgie

Registrati e effettua il login al sito; in caso contrario non puoi rilasciare commenti.

Storico Articoli

Powered by mod LCA

Warning: mkdir() [function.mkdir]: Permission denied in /home/mifa1614/public_html/modules/mod_lca/cache.php on line 60

Warning: file_put_contents(/home/mifa1614/public_html/cache/mod_lca/9735018e1fea20d52f5c7af32767fb3f.xml) [function.file-put-contents]: failed to open stream: Permission denied in /home/mifa1614/public_html/modules/mod_lca/cache.php on line 61

Utenti On Line

mod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_counter
mod_vvisit_counterOggi283
mod_vvisit_counterIeri685
mod_vvisit_counterQuesta Settimana968
mod_vvisit_counterScorsa Settimna3811
mod_vvisit_counterQuesto Mese6799
mod_vvisit_counterScorso Mese28770
mod_vvisit_counterComplessivo4265403

Abbiamo: 68 ospiti online
IP: 54.82.112.193
 , 
Oggi: Dic 12, 2017

Che ore sono ?